Sono le 10.00 del mattino del 7 giugno, tutte le classi si riuniscono nel cortile della scuola, soltanto Adolfa, ignara di tutto, è rimasta in classe terza a far lezione.

Improvvisamente qualcuno bussa alla porta della sua classe, è un’insegnante che invita Adolfa e i suoi alunni a seguirla in giardino. Ecco giunto il momento: un’ovazione di applausi accoglie la maestra e, a seguire, le voci dei bambini intonano la canzone «Una parola magica».

L’atmosfera è emozionante, a qualcuno scappa pure una lacrimuccia e intanto dietro le spalle degli alunni di Adolfa spunta un cartellone con la scritta GRAZIE e un palloncino a forma di cuore.

La maestra Adolfa con i suoi alunni

Questo è stato il modo semplice e sentito di salutare Adolfa che ha lavorato nella nostra scuola gli ultimi 5 anni della sua lunga carriera. Ora lei porterà con sé oltre a tanti ricordi anche questo: i visi sorridenti e un po’ commossi di alunni e di insegnanti che si sono stretti a lei in modo affettuoso per la foto dell’ULTIMO GIORNO DI SCUOLA.